Piazza dei Mestieri

Young In&Up

Progetto Young IN&UP

 

Progetto Young In&Up

 

Il progetto "Young IN&UP (Integrati, Uniti, Protagonisti)" intende dare continuità al precedente progetto "OLTRE I MURI: modelli di integrazione", che si vuole consolidare ed estendere dati gli esiti molto positivi riportati.
In ambito transnazionale, viene confermata e consolidata l'alleanza con le realtà di Liegi, Lione e Chambery e si promuovono nuove collaborazioni con altri associati esteri, nelle città di Colonia, Rotterdam e Marsiglia (gemellate con Torino) per lo scambio di buone prassi sul tema dell'integrazione di giovani e minori extracomunitari nell'ambito educativo e scolastico.

La prima edizione del progetto, realizzato negli a.s. 2016/2017 e 2017/2018 dalla Fondazione Piazza dei Mestieri come capofila, in collaborazione con la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, il Comune di Torino, il CNR-IRCRES, Immaginazione e Lavoro e associati esteri nelle città gemellate di Lione, Chambery e Liegi, ha coinvolto 100 giovani nei diversi territori e 177 operatori della rete di progetto.
In ambito operativo a Torino, in accordo e su indicazione di numerosi istituti scolastici della città, 15 allievi extracomunitari hanno frequentato laboratori professionali in alternanza tra la scuola e la Fondazione Piazza dei Mestieri per un totale di 290 ore (sono stati coinvolti due giorni a settimana in attività di rinforzo delle competenze linguistiche e scientifiche e in laboratori professionali nell'ambito della ristorazione e della grafica). Gli allievi presi in carico sul progetto (il cui impatto è stato valutato tramite metodologia controfattuale) sono giovani studenti di nazionalità extra-comunitaria il cui successo scolastico è fortemente ostacolato dalle insufficienti competenze linguistiche. Essi sono stati valutati in ingresso e in uscita dal punto di vista delle competenze trasversali, delle competenze di base e del comportamento nell'ambito scolastico.

I primi risultati delle analisi hanno riportato esiti positivi sia in riferimento all'empowerment delle competenze trasversali che all'apprendimento e al consolidamento delle competenze di base. Inoltre, è particolarmente significativo il miglioramento degli aspetti comportamentali dei giovani che hanno partecipato al progetto rispetto al gruppo di controllo. Infine, nessuno dei trattati ha abbandonato la scuola, cosa avvenuta invece in alcuni casi nel gruppo di controllo.

Sulla base di questi risultati, il progetto "Young IN&UP (Integrati, Uniti, Protagonisti)" intende:

  • estendere la riflessione sulle buone prassi per l'inclusione e l'accoglienza di giovani e minori extracomunitari attraverso il confronto e lo scambio transnazionale con i nuovi Associati esteri, al fine di sviluppare e ampliare la rete di attori istituzionali e sociali che condividono strumenti, metodi e procedure di valutazione delle competenze in ingresso dei giovani provenienti da paesi terzi, monitorandone la progressione;
  • individuare, in collaborazione con gli insegnati referenti delle diverse scuole di Torino, due gruppi target di giovani di paesi terzi, caratterizzati da problemi di integrazione socio-educativa: un gruppo caratterizzato esclusivamente da problemi di comprensione linguistica, l'altro gruppo caratterizzato anche da gravi problemi comportamentali e relazionali (oltre che di comprensione linguistica);
  • anche sulla base dei risultati del progetto Oltre i Muri, individuare e sperimentare sui gruppi suddetti metodologie di intervento specificatamente concepite per i vari profili di giovani stranieri, e in particolare:

    1. percorsi finalizzati al miglioramento del comportamento dei giovani che presentano problemi relazionali nell'ambito scolastico, prevenendo anche fenomeni di bullismo o forte discriminazione, attraverso alternanza tra scuole e laboratori esperienziali;

    2. percorsi basati su nuove metodologie didattiche per il rinforzo linguistico da condividere e modellizzare con gli associati esteri dedicati a tutti i profili di partecipanti.
  • promuovere il consolidamento di modelli di intervento e strumenti metodologici e operativi a favore delle famiglie dei giovani extracomunitari, coinvolgendo le famiglie nei percorsi educativi e scolastici dei propri figli e stimolandone la riflessione sui diversi stili educativi e la partecipazione alla vita scolastica in ottica di alleanza scuola-famiglia.

La partnership del nuovo progetto è costituita dalla Fondazione Piazza dei Mestieri di Torino, il CNR-Ircres, la Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo, il Comune di Torino, Immaginazione e Lavoro, l'IPRS (Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Sociali di Roma) e soggetti aderenti delle città estere Lione, Liegi, Chambery già presenti nella prima edizione e in un'ottica di consolidamento e allargamento dell'iniziativa si propone la partecipazione alle città di Nizza, Marsiglia, Colonia e Rotterdam.

Nello specifico il progetto coinvolgerà 135 giovani (45 sul territorio di Torino e 15 per ogni realtà estera associata), nonché i docenti e gli operatori coinvolti con loro all'interno di un sistema articolato di azioni:

  1. Settimana esperienziale per empowerment operatori e docenti: attori e referenti pubblici e del privato sociale, italiani ed esteri, verranno coinvolti in visite e soggiorni studio presso la Piazza dei Mestieri, prevedendo inoltre attività di formazione esperienziale e seminari formativi/informativi per facilitare lo scambio di esperienze in ambito sociale e scolastico-formativo tra docenti italiani ed esteri. Durante la settimana esperienziale gli operatori e/o insegnanti italiani ed esteri avranno modo di confrontarsi tra loro in merito alle buone prassi dei diversi paesi in materia di integrazione nell'ambito scolastico.

La Piazza dei Mestieri promuoverà inoltre, all'interno della rete consolidata di collaborazione con gli istituti scolastici secondari di primo grado, le seguenti azioni:

  1. Laboratorio di rinforzo e consolidamento linguistico: laboratorio didattico inclusivo basato sul metodo cooperativo per favorire l'apprendimento di italiano come L2 finalizzato alla comprensione scritta di testi semplici, alla comprensione orale e allo sviluppo della competenza grammaticale di base.
  2. Percorso artistico esperienziale: attività di educazione alla cittadinanza e alla socializzazione tra pari finalizzata alla promozione del potenziale artistico dei minori; i giovani saranno impegnati nella decorazione di spazi pubblici per favorire la comprensione di linguaggi e forme comunicative ed espressive alternative a quelle tradizionali.
  3. Laboratori professionali in alternanza: verranno coinvolti 15 allievi per 250 ore in attività di rinforzo delle competenze linguistiche e scientifico-tecnologiche e in laboratori professionali presso Piazza dei Mestieri, da sperimentarsi nell'ambito della ristorazione e della grafica/coding.
  4. Laboratori per il sostegno delle famiglie: si prevede l'attivazione di 2/3 gruppi ispirati al modello dei gruppi multifamiliari alla Badaracco; tale azione coinvolgerà in particolare le famiglie di allievi provenienti dalle classi 5° primaria e 1°-2° secondaria di primo grado delle scuole di Torino.
  5. Implementazione strumenti digitali: ai fini della condivisione dei percorsi didattici degli allievi presi in carico sul progetto e per favorire lo scambio di buone prassi durante l'iter progettuale saranno utilizzati e consolidate piattaforme, app e/o altri media (a seconda delle necessità) per lo scambio di materiali e buone prassi a livello di partner di progetto (italiani ed associati esteri) e tra Piazza dei Mestieri e i docenti degli istituti scolastici. È altresì prevista la creazione di una piattaforma nella quale verranno archiviati tutti i documenti relativi al progetto, che consentirà la pubblicazione on-line dei documenti che saranno ritenuti di interesse pubblico.

Il monitoraggio e la valutazione delle azioni verranno effettuate dal CNR-IRCRES che valuteranno:

  • relativamente ai giovani di paesi terzi impegnati nelle diverse azioni:

1. Livello delle competenze linguistiche e caratteriali in entrata e loro eventuale miglioramento in itinere e in uscita dal progetto;

2. Verifica del miglioramento comportamentale nei due gruppi;

3. Valutazione dell'efficacia del percorso in alternanza attraverso il confronto tra gli andamenti del gruppo impegnato in tutte le attività rispetto a quello impegnato nelle sole attività di rinforzo linguistico e artistico espressive.

  • rispetto alle azioni con le famiglie:

1. Valutazione qualitativa del miglioramento del livello di coinvolgimento delle stesse nella vita scolastica tra l'inizio e la fine del progetto.

-------------------------------------------------------------------

Avvisi di selezione (scadenza: 31 dicembre 2018)

Avviso 1 - Ricerca collaboratori "Revisore contabile"

Avviso 2 - Ricerca collaboratori "Esperto legale"

Avviso 3 - Ricerca collaboratori "Esperto relazioni tra enti"

Avviso 4 - Ricerca collaboratori "Tutor" e "Tutor laboratorio linguistico"

Avviso 5 - Ricerca collaboratori "Mediatore laboratorio esperienziale"

Avviso 6 - Ricerca collaboratori "Esperto laboratorio espressivo (pittura)"

Avviso 7 - Ricerca collaboratori "Esperto comunicazione social"

 

 

Powered by CMZeta - Content Management System