Piazza dei Mestieri

Teatro

"Io sono partigiana", con l'Accademia dei Folli

Foto In occasione del giorno della Liberazione la Piazza dei Mestieri intende rendere omaggio alla memoria della Resistenza, Giovedì 24 aprile alle ore 21.30, con lo spettacolo "Io sono Partigiana", interpretato dalla compagnia teatrale L'Accademia dei Folli. Clicca sulla foto per maggiori informazioni!

"Io sono la luna", con la compagnia GenoveseBeltramo

Foto Martedì 10 dicembre, alle ore 11.00, la Sala Polifunzionale della Piazza dei Mestieri ospita un nuovo appuntamento teatrale nell'ambito dell'offerta del suo Cartellone degli Eventi Culturali. Andrà in scena lo spettacolo "Io sono la luna", scritto e diretto da Savino Genovese e interpretato sul palco dalla compagnia teatrale GenoveseBeltramo.

"Voglio l'impossibile", con I ragazzi della Via Nizza

Foto Sabato 7 dicembre, alle ore 21.30, la Sala Polifunzionale della Piazza dei Mestieri ospita un nuovo appuntamento teatrale nell'ambito dell'offerta del suo Cartellone degli Eventi Culturali. Va in scena lo spettacolo "Voglio l'impossibile", interpretato dalla compagnia de I ragazzi della Via Nizza.

"La cantatrice calva", con la compagnia GenoveseBeltramo

Foto Giovedì 28 novembre, alle ore 11.00, la Sala Polifunzionale della Piazza dei Mestieri ospita un nuovo appuntamento teatrale nell'ambito dell'offerta del suo Cartellone degli Eventi Culturali. Andrà in scena lo spettacolo "La cantatrice calva", scritto originariamente da Eugène Ionesco e interpretato sul palco dalla compagnia teatrale GenoveseBeltramo.

"Campionissimissime", di Gian Paolo Ormezzano

Foto Mercoledì 30 ottobre, alle ore 21.00, la Sala Polifunzionale della Piazza dei Mestieri ospita un nuovo appuntamento teatrale con lo spettacolo "Campionissimissime", scritto da Gian Paolo Ormezzano e diretto da Adriana Zamboni, con Valeria Francese, Manuela Massarenti e Marlene Pietropaoli.

"900? Detto Fatto!", con i DettoFatto & Massimo Pica

Foto Mercoledì 10 luglio, alle ore 21.30, la Corte della Piazza dei Mestieri ospita un nuovo appuntamento di cabaret con lo spettacolo di improvvisazione teatrale "900? Detto Fatto!", con la compagnia teatrale dei DettoFatto e la partecipazione di Massimo Pica. "900? Detto Fatto!" è uno spettacolo di improvvisazione teatrale comica. Nessun copione, nemmeno una riga. Un palco vuoto e cinque attori che raccontano microstorie confrontandosi con la grande storia del '900 e le sue tappe fondamentali. Pillole create dalla fantasia degli attori e dai suggerimenti del pubblico, vero protagonista dello spettacolo.

"Karol Wojtyla", con Davide Giandrini

Foto Giovedì 23 maggio, alle ore 21.00, la Sala Polifunzionale della Piazza dei Mestieri ospita un nuovo appuntamento teatrale con lo spettacolo "Karol Wojtyla", di Francesco Esposito e Davide Giandrini. Karol Wojtyla ha offerto fino all'ultimo la sua esistenza. Per il Padre. Nulla ha trattenuto. Nulla ha cercato di conservare. Nulla ha messo da parte. Si è speso tutto. Francesco Esposito e Davide Giandrini hanno scelto di raccontare questa offerta in forma diretta e poetica, così che possa essere raccolta da chiunque lo desideri.

"Marco e Primo"

Foto Martedì 23 aprile, alle ore 11.00, la Sala Polifunzionale della Piazza dei Mestieri ospita un nuovo appuntamento teatrale con lo spettacolo "Marco e Primo", progettato e diretto da Gianni Bissaca. Un progetto che ha coinvolto venti ragazze e ragazzi del Liceo Gobetti - Segré, odierni "compagni di scuola" di Marco. In scena con Gianni Bissaca, essi rivivono una relazione e un confronto basati sull'ascolto e sul desiderio di tramandare le storie e la Storia

Scatti di una stagione: Gli Eventi 2012

Foto Con l'arrivo delle festività natalizie abbiamo voluto fare un omaggio a tutti gli utenti del sito con la pubblicazione di una galleria delle migliori immagini degli eventi di quest'anno.

Eventi Culturali 2013

Foto Il 2012 è stato un anno ricco di appuntamenti culturali dal vivo con ospiti di rilievo internazionale e giovani artisti emergenti. Una delle dimensioni fondanti del modello della Piazza dei Mestieri è quella culturale, poiché in essa si palesa la capacità della Piazza di essere ricettiva alle sollecitazioni esterne. La cultura va qui intesa come strumento che aiuta a leggere ogni avvenimento e a paragonarlo con gli interessi reali della vita. In questo senso ogni occasione può essere culturale, poiché offre la possibilità di esprimere un giudizio su ciò che accade, di paragonarlo con la propria esistenza, di far diventare esperienza vissuta ogni particolare.

<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>
Powered by CMZeta - Content Management System